Come far crescere velocemente i capelli


I capelli crescono mediamente 1,5 cm al mese.
Ogni 3 mesi (se si utilizza saltuariamente la piastra) dovrebbero essere tagliati di 3 cm per evitare doppie punte… Quindi in realtà abbiamo i capelli più lunghi di circa 1,5 cm ogni 3 mesi!
Mettiamo nel cassetto il sogno di diventare Raperonzolo?! NO.

 

Vi svelo alcuni trucchi che ho testato per curarli ed evitare di andare dal parrucchiere.

  • Cercare di non spezzarli
    Prima di tutto, devono essere pettinati da asciutti e partendo dalle punte per poi risalire alla cute. Dopo aver tolto i nodi, possiamo prendere una spazzola in setole naturali e passarla dalla cute alle punte per distribuire il sebo.Le punte infatti risultano sempre più secche rispetto alla cute e quindi tendono a rovinarsi, perciò dovrebbero sempre essere idratate con creme e olii.

I miei preferiti da utilizzare quotidianamente sono Phyto 9 (ma anche la 7, non noto grandissime differenze) e l’Olio di Cocco.

 

 

 

  •  Evitare le doppie punte
    Ovviamente bisognerebbe non abusare delle fonti di calore, ma un altro rimedio eccezionale sono gli impacchi di Olio di Ricino. Ho provato diversi oli e creme, ma questo è il rimedio migliore. Potete leggere Qui maggiori dettagli sul suo utilizzo.

 

  • Stimolare la crescita
    Massaggiare la cute durante lo shampoo è già un buon inizio.
    Io preferisco utilizzare un olio leggero per non sporcarli troppo, quindi alterno l’Olio di Cocco a Phytopolleine, studiato proprio per la cute sensibile e con prurito. Dopo aver usato l’olio, da seduta, metto la testa sulle ginocchia ed inizio a massaggiare per qualche minuto. Questa tecnica dovrebbe, in teoria, aumentare la pressione sanguigna verso lo scalpo e quindi stimolare la crescita dei capelli. Non so se è scientificamente vero, ma con me ha funzionato!

    Ci sono anche delle spazzoline create per massaggiare lo scalpo, ma quando l’ho provata, mi sono annodata tutti i capelli e districarli dopo è stato drammatico.
    Considerate che io sono molto imbranata!

 

 

 

  • Evitare fonti di calore
    Sappiamo che phon troppo caldo, ferro e piastra, rovinano i capelli. Quindi per il nostro styling prediligiamo i metodi senza calore, come:
    – i bigodini per ottenere boccoli
    – ruota svedese per capelli liscissimi
    – trecce per onde morbide come appena tornate dalla spiaggia
    Ci sono tantissimi metodi! Ne ho sperimentati diversi guardando video su Youtube.
    Il metodo migliore resta comunque quello di amare i propri capelli e preferire uno styling naturale, senza stirare i ricci o arricciare quelli lisci!

 

  • Integratori
    Nel periodo di caduta dei capelli (solitamente all’inizio dell’autunno e della primavera), utilizzo degli integratori alimentari per ridurre il fenomeno.
    Un buon integratore deve contenere le vitamine del gruppo B ed E, Cisteina, Metionina e Zinco.
    Personalmente mi fido molto di Phytophanere, che con un prezzo contenuto, ha 3 mesi completi di trattamento e aiuta anche a rinforzare le unghie. Non ha effetti collaterali, ma se fossero più piccole e con un sapore migliore, sarei più felice! Si consiglia di prendere 2 compresse al mattino a stomaco vuoto.Nell’ultimo mese dopo il trauma di un taglio troppo eccessivo (deciso dal parrucchiere!) ho utilizzato l’Hair Formula Plus di Long Life. Premesso che il Metilsulfolmetano (MSM) è utilizzato principalmente per i dolori muscolari, provoca anche la crescita più rapida di capelli e unghie. La confezione che ho scelto è arricchita anche con vitamine e altre sostanze sopra citate. Dopo una settimana di utilizzo, avvertivo crampi e gonfiori addominali, quindi ho smesso per qualche giorno e poi ho ripreso la terapia, ma dopo un’altra settimana, stesso problema. Sinceramente stava funzionando (circa 4 cm in un mese!), il problema è che, insieme ad unghie e capelli, anche gli altri peli crescevano più velocemente… Quindi ho smesso dopo la prima confezione.

 

Voi avete qualche altro trucchetto per mantenere in salute i vostri capelli ed evitare di tagliarli?
Fateci sapere!

Un bacio e alla prossima,
A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *